41 - Parrocchia di Sant'Antonio – 1 gennaio 1931 - Corpo Bandistico Cittadino

Banda Musicale di Salsomaggiore 1931P. Roberto Lecchini, la parrocchia di Sant'Antonio, il primo cinquantennio - Padre Diego da Caprio lo crede necessario per una città dell’importanza di Salsomaggiore specialmente nelle ricorrenze solenni della religione e della Patria. E si accinge a realizzare anche quest’altro progetto, che per altri parve troppo arduo. Vengono acquistati i nuovi strumenti dalla Ditta Orsi di Milano; hanno inizio le lezioni del M. Baroni di Fidenza nel settembre 1929.

Il Corpo Bandistico è costituito. 
Le spese furono tante! Al termine del 1930 salirono ad un totale di L. 31.223,20 per il saldo delle quali le RR. Terme concorsero con la cifra di L. 5.000.
Nel principio del 1931 la banda parrocchiale viene ceduta al Dopolavoro per mezzo del seguente contratto stipulato tra il nuovo parroco Padre Diego da Caprio e il Commendator Gilberti allora Presidente dello stesso Dopolavoro:
Col presente atto i RR.PP. Cappuccini cedono all’O.N.D. la proprietà di tutti gli strumenti che sono in dotazione al corpo musicale da essi istituito.
L’O.N.D. considerato che i Padri Cappuccini di Sant’Antonio di Salsomaggiore sono stati i fondatori della Banda Cittadina;
Considerato che hanno acquistato a loro spese gli strumenti muicali dalla Ditta Orsi di Milano che ora cedono all’istituzione;
Considerato infine che hanno pagato lo stipendio mensile al M. Baroni di Fidenza per circa due anni (lo stipendio consisteva in L. 12.000 annue oltre l’indennizzo pel viaggio andata e ritorno da Fidenza) e che hanno sopportato altri gravi incomodi;

I – L’O.N.D. riconosce ai Cappuccini l’onore della fondazione della Banda Cittadina.

II – Concede in corrispettivo alla donazione fatta che dietro richiesta in scritto del Parroco di Sant’Antonio, la Banda presti gratis in perpetuo i seguenti servizi annui:
1 – Giovedi santo
2 – Sant’Antonio 13 Giugno
3 – Ultima domenica di Agosto
4 – San Francesco d’Assisi
5 – festa di Cristo Re e due volte in più per circostanze speciali che dovessero presentarsi;

III – Riconosce al Parroco di sant’Antonio il diritto di riscuotere le cinquemila lire che il Comune di Salsomaggiore ha deliberato come concorso nelle spese di fondazione del Corpo Musicale;

IV – I Cappuccini da parte loro si obbligano di ospitare la scuola bandistica nell’Asilo S.Antonio sino a tanto che il Dopolavoro non avrà un apposito locale. Il Dopolavoro dovrà provvedere il carbone occorrente e pagare il consumo dell’energia elettrica;

V – La presente convenzione viene redatta in duplice copia e firmata dalle parti contraenti.

Salsomaggiore, 1 Gennaio 1931 IX – E.F.

Seguono le firme del Comm. GIBERTI e del Padre
DIEGO MOSCATELLI da Caprio