Istituto Riva Villa Igea

Ai primi del 1900 nasce un istituto chiamato in seguito Istituto Riva in ricordo del suo fondatore, serviva agli ammalati per consultazioni mediche, questi gabinetti furono poi trasferiti alle Terme Berzieri. 
Da Salsomaggiore nuova guida 1937 La casa pensione e cura ospita bambini dai 5 ai 12 anni che con notevole vantaggio economico per le famiglie, vi possono essere sorvegli
ati e curati sotto il controllo continuo dei medici specialisti residenti e consulenti. Passando attraverso il parco 
privato i bambini possono eseguire le cure al vicino stabilimento Magnaghi, in un piccolo reparto adatto ed esclusivo per loro. Con la venuta dello Stabilimento Berzieri che aveva un reparto apposito di consulenze cliniche, veniva meno l'importanza dell’istituto Riva e le Regie Terme adibirono il fabbricato ad un'importantissima istituzione nel quadro delle realizzazioni sociali: la casa di cura per bambini dai 5 ai 12 anni posto sotto le diretta sorveglianza della clinica pediatrica di Parma. 
Negli anni 1950 la "PalazzinaTerme" diventerà "Pensione Villa Igea" e nel 1967 si trasforma in clinica specializzata "Villa Igea" prima in Italia nella riabilitazione motoria in ambiente termale. 
Da Villa Igea 1967 1989 Nel 1967 grazie al Prof. Pietro Lorenzini diventa un importante centro specializzato nel recupero funzionale, successivamente fu guidata dal Prof. Gino del Boca fino al 1988, in seguito Direttore diventerà il Dot. Giorgio Varacca. Attualmente dispone di 55 posti letto e un reparto ambulatoriale in grado di eseguire 100.000 cure l’anno per terapia fisica e riabilitativa. La casa di cura è di proprietà delle Terme di Salsomaggiore. Il personale è altamente specializzato, le attrezzature sono tra le più moderne esistenti nel settore. Vi è un’ampia palestra dove sono posti i letti per le terapie manuali, eseguite da fisioterapisti, vi sono atrezzi ginnici di ogni tipo, specchi, scale a gradini per la rieducazione al cammino, scale svedesi, tavoli inclinabili, apparecchi per trazione meccanica, parallele di ogni tipo, tappeti per eseguire gli esercizi. In una seconda palestra si possono fare cure fisioterapiche: Radioterapia, Marconi, infrarossi, ultrasuoni, ultravioletti, ginnastica correttiva, laserterapia, magnetoterapia, T,E,N,S. etc.. In un’apposita stanza vi è una vasca a farfalla alimentata con acqua salsojodica, per eseguire la rieducazione in acqua termale. Vi è anche un centro di diagnostica per l’osteoporosi, un centro per la diagnostica radiologica, strutture di laboratorio. La casa di cura è immersa nel verde del suo bel parco.
30 Agosto 1934 Salsomaggiore Illustrata L’ E. O. A. e le cure salsoiodiche gratuite ai bambini. – Tra le tante benemerenze dell’Ente Opere Assistenziali, va aggiunta quella di far godere delle cure salsojodiche il maggior numero possibile di bambini gracili, onde ridare forza e vigore alle nuove generazioni a cui è affidato l’avvenire della Patria. Comprese di questa impellente necessità, su richiesta del dott. Mantovani, commissario del Fascio e presidente dell’E. O. A. le amministrazioni delle Regie Terme, della Cassa Nazionale delle Assicurazioni Sociali e dell’Istituto Baistrocchi, hanno cuncesso un certo numero ciascuna, di posti gratuiti per bagni ed altre cure. I posti dati dalle Regie Terme sono stati 311, divisi in due turni, dei quali il secondo ha avuto termine il giorno 20 del corrente mese. I bambini hanno avuto molto giovamento della cura, il che dimostra la bontà dello provvida iniziativa.



 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna