Da Salsomaggiore Tabiano1899 Risale al 1596, il suo nome deriva dal fatto che fu la casa Natale del cittadino più illustre di Salsomaggiore, Giandomenico Romagnosi. Venne dichiarato Monumento Nazionale il 20 giugno 1909. La camera dove nacque l'insigne giurista non subì  radicali cambiamenti fino al 1899. Alcune terzine in un quadretto appeso alla parete, ricordavano l’avvenimento. La Casa Romagnosi era all’epoca la più vasta casa ammobiliata di Salsomaggiore, situata nei pressi dello Stabilimento Vecchio, al quale era collegata per mezzo di un’apposita strada con relativo ponticello sul Citronia. Nei primi anni del 1900 vi furono interventi di ampliamento e ristrutturazione, che erano orientati a conferire alla casa natale del Romagnosi un'identità alberghiera. Numerose erano le camere in comunicazione o separate, comodi erano gli appartamenti, vi erano sale da ballo e di conversazione, giardino con giochi ginnastici, l’illuminazione era a gas ed in parte elettrica, vi era anche un pianoforte tedesco da concerto. Nel 1835 nello stesso anno della morte del Romagnosi avvenuta l'8 giugno, il Giordani dettò il testo per una lapide da porre nella casa del Romagnosi, ma solo nel 1853 a spese del Comune la lapide venne collocata su un lato della casa. L'Albergo Casa Romagnosi, completamente ristrutturato, è stato inaugurato nel Dicembre 2005.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna