Il Pozzo della Ruota, o Pozzo Grande, era situato in prossimità di Largo Cavallotti, difronte al Berzieri. Fu scavato nel 1275. Era profondo 60 metri ed aveva un di diametro m. 1,80. Il pozzo era chiamato della Ruota perchè l'acqua si estraeva mediante un ampia ruota di legno fatta girare da due cavalli. Nel 1626 i cavalli furono sostituiti da cinque ergastolani, collocati due internamente ad essa e tre sopra. Nel 1811 gli ergastolani vennero sostituiti, per decreto Napoleonico, da operai stipendiati. Questo marchingegno fu distrutto solamente nel 1852. Il Pozzo, invece, funzionò fino al 1897, anno in cui fu chiuso definitivamente. La ruota, girando, faceva scendere nel pozzo un secchio legato ad una fune; dalla parte opposta, la stessa fune lo faceva risalire riempito di acqua. Altri uomini lo prendevano e versavano l'acqua in appositi recipienti, le “padelle”. In seguito col fuoco e col sole l'acqua veniva fatta evaporare, lasciando sul fondo il sale, che veniva raccolto su grandi tavolacci inclinati per farlo sciugare meglio.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna