Da una piccola casa, dopo una serie di ampliamenti, nasce, nel 1879, l'albergo Romagnosi, che in seguito diventerà il Grande Albergo Milano. Fu inaugurato nel 1882 dall’industriale Giacomo Ferrario di Luino arrivato a Salsomaggiore nel 1880. La direzione passò poi al figlio Riccardo Ferrario che continuò l'opera di modernizzazione. L'albergo si trovava nei pressi dello Stabilimento Magnaghi, al quale si poteva accedere tramite un ponte situato sopra il torrente Ghiaia. La facciata è architettonicamente magnifica: di fronte e ai lati ha un magnifico parco, ed è dotato di piscina. di un campo da gioco per tennis e altri sport. L'entrata principale è sovrastata da una magnifica terrazza. E' ornata ai diversi piani da balconi e terrazzini. Un grande vestibolo, riccamente arredato, con artistici pannelli decorativi, si presenta all'entrata. I lavori di conservazione e di abbellimento avviati dal Cav. Italo Maestri, ultimo proprietario dell'albergo, furono assegnati alla direzione artistica del Prof. Giovanni Godi, che ha lasciato intatta l'impronta del passato. Vi sono nell'albergo due splendidi vasi modellati da Galileo Chini.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna