Cimitero Cappella Votiva

La Cappella Votiva veniva inaugurata nel Cimitero di Salsomaggiore nel luglio del 1948. Fu dedicata ai partigiani e civili caduti durante la guerra di liberazione. Il corteo, con la banda, i labari della trentunesima Brigata Forni, del Comune e dei Caduti, partì dalla sede dell'ANPI in via Dalla Rosa per raggiungere il cimitero. Erano presenti il Sindaco Fausto Negri, il prefetto Galatà, il generale Roveda, Pesce presidente dell' Anpi di Milano, Luigi Leris (Gracco) e l'avvocato Costa, comandanti partigiani. Vi erano i rappresentanti dei partiti e le formazioni partigiane in divisa, venivano poi le vedove e le madri dei Caduti, con gli abiti a lutto. La messa fu celebrata da Don Dino Rolleri, con i preti di Sant'Antonio e San Vitale. Quando venne tolto il drappo nero che copriva la lapide dei caduti risuonò l'inno del Piave. Sul portone della Cappella un'iscrizione, voluta dal comandante partigiano Trasibulo- il prof. Ettore Cosenza reca i versi tratti dal canto "All'Italia" di Giacomo Leopardi: "LA VOSTRA TOMBA E' UN'ARA. E QUA MOSTRANDO VERRAN LE MADRI AI PARVOLI LE BELLE ORME DEL VOSTRO SANGUE".
Da In aqua salus

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna