Questo borgo castellano, che in epoca medievale costituiva il ducato di Montebello, sorge all'inizio della valle del torrente Ongina; già arrivando dalla strada statale non puo' sfuggire la vista della folta vegetazione e lo spiccare della maestosa torre preromanica.      
La storia del borgo è inizialmente legata alla nobile famiglia dei Della Porta, poi dei Visconti e, dopo varie vicissitudini agli Sforza Fogliani, a cui appartenne per oltre quattro secoli, che imprimeranno un'impronta tale da dare il proprio nome alla località; da qui anche la modifica del toponimo in Castelnuovo.
La forma attuale di tutto il complesso di edifici fu raggiunta intorno al settecento, durante il restauro voluto dal marchese Giovanni Sforza Fogliani ad opera del famoso architetto Luigi Vanvitelli.
La fortezza medioevale si presenta come una fastosa residenza con una facciata di stile neoclassica, sovrastata dall'antica torre e circondata dai giardini che fungono da ingresso al parco circostante. Il complesso fu donato nel 1925 alla Santa Sede dall'ultima duchessa, Clelia Sforza Fogliani d’Aragona, e oggi è adibito a casa d'accoglienza per seminari e convegni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna